Le particelle CI e NE

Impariamo l'italiano
Le particelle CI e NE

Completa le frasi con le particelle CI e NE

  1. Ma il disegno di questi gioielli poveri era sempre di straordinaria eleganza d’invenzione, tale da far dei veri e propri oggetti d’arte.
  2. Era un paesotto di collina dove ragionevolmente non avrebbe dovuto far tutto quel freddo che sempre ci faceva e invece un misterioso incrociarsi e combinarsi di eventi meteorologici faceva sì che uno a Carlòsimo il cappotto pisanti e la sciarpa non se li levasse mai, a momenti manco quando andava a corcarsi.
  3. «Prima di rispondere alla sua domanda, vorrei a mia volta far una. Posso?»
  4. «Ti voglio dire una cosa che m’è venuta in mente mentre mi dicevi degli aggeggi che si era fabbricato da sé per far passare la corrente. C’è una spiegazione al fatto che avesse messo allato a lui il romanzo di Potocki.»
  5. Volle far la prova, pigliò un biglietto di treno che gli era rimasto in sacchetta chissà da quanto tempo e lo gettò in acqua.
  6. Non può far a meno, non mettersi i tappi e non pigliare il sonnifero, con tutto il bordello che c’è in albergo, significa perdere la nottata.
  7. Solo allora, come liberata da un’infatatura, la macchina partì sgommando. Pepè Rizzo sparò due colpi per tentare di fermar la fuga poi per la tensione, com’era suo costume, assintomò, cadendo svenuto a braccia larghe.
  8. Io, al posto suo, me sarei scappata o avrei catafottuto me’ marito fora di casa, senza perder tempo!
  9. Nella sua ricostruzione, tra la vittima e l’assassino doveva esser stata, verso la mezzanotte del giorno avanti, una violenta colluttazione.
  10. A Montalbano parse un portabagagli, razza in via d’estinzione perché ora sono i carrelli che un viaggiatore perde un’ora prima di trovar uno che funziona.
    Andrea Camilleri. Un mese con Montalbano