Comprensione scritta

Impariamo l'italiano
Esercizio di comprensione scritta

Leggi il testo attentamente e poi rispondi alle domande

"Ognuno raccontava i suoi guai, anche per conforto dei Malavoglia, che non erano poi i soli ad averne. «Il mondo è pieno di guai, chi ne ha pochi e chi ne ha assai», e quelli che stavano fuori nel cortile guardavano il cielo, perché un'altra pioggerella ci sarebbe voluta come il pane. Padron Cipolla lo sapeva lui perché non pioveva più come prima. - Non piove più perché hanno messo quel maledetto filo del telegrafo, che si tira tutta la pioggia, e se la porta via. - Compare Mangiacarrubbe allora, e Tino Piedipapera, rimasero a bocca aperta, perché giusto sulla strada di Trezza c'erano i pali del telegrafo; ma siccome don Silvestro cominciava a ridere, e a fare ah! ah! ah! come una gallina, padron Cipolla si alzò dal muricciuolo, infuriato, e se la prese con gli ignoranti, che avevano le orecchie lunghe come gli asini. Che non lo sapevano che il telegrafo portava le notizie da un luogo all'altro; questo succedeva perché dentro il filo ci era un certo succo come nel tralcio della vite, e allo stesso modo si tirava la pioggia dalle nuvole, e se la portava lontano, dove ce n'era più di bisogno; potevano andare a domandarlo allo speziale che l'aveva detta; e per questo ci avevano messa la legge che chi rompe il filo del telegrafo va in prigione. Allora anche don Silvestro non seppe più che dire, e si mise la lingua in tasca. - Santi del Paradiso! si avrebbero a tagliarli tutti quei pali del telegrafo, e buttarli nel fuoco! - incominciò compare Zuppiddo, ma nessuno gli dava retta, e guardavano nell'orto, per mutar discorso. - Un bel pezzo di terra! - diceva compare Mangiacarrubbe - quando è ben coltivato dà la minestra per tutto l'anno. - La casa dei Malavoglia era sempre stata una delle prime a Trezza; ma adesso con la morte di Bastianazzo, e 'Ntoni soldato, e Mena da maritare, e tutti quei mangiapane pei piedi, era una casa che faceva acqua da tutte le parti."
(Da: Giovanni Verga, I Malavoglia)


  1. Padron Cipolla dimostra verso le innovazioni tecnologiche un atteggiamento:
    1. di superstiziosa ignoranza
    2. di interessata curiosità
    3. di fiducioso interesse
    4. di motivata sfiducia
  2. Padron Cipolla sostiene che non piove più come prima:
    1. perché i guai dei poveri non finiscono mai
    2. per le modifiche fatte sulla strada di Trezza
    3. perché il filo del telegrafo si porta via la pioggia
    4. perché le stagioni sono cambiate
  3. La reazione derisoria di don Silvestro porta padron Cipolla:
    1. a infuriarsi e a prendersela con gli ignoranti
    2. a chiudersi in un ostinato silenzio
    3. ad andarsene per non dover parlare con degli ignoranti
    4. a fornire una dettagliata spiegazione scientifica dei fatti
  4. Per padron Cipolla, il telegrafo portava le notizie lontano:
    1. facendo scorrere le parole nel filo insieme all'acqua della pioggia
    2. perché dentro il filo c'era un succo come nel tralcio della vite
    3. prendendo il succo della vite, perché il filo era come i tralci
    4. attirando la pioggia dalle nuvole per far scorrere nei fili le notizie e portarle dove c'era bisogno
  5. La casa dei Malavoglia "era una casa che faceva acqua da tutte le parti" perché:
    1. essendo partito per il servizio militare, 'Ntoni non avrebbe potuto per diversi anni occuparsi della casa
    2. troppi guai avevano rovinato la struttura della casa che era stata una delle prime a Trezza
    3. dopo la morte del padre i giovani, pur essendo rimasti insieme, non erano in grado di gestire la casa
    4. Bastianazzo era morto, 'Ntoni era soldato, Mena era da sposare e c'erano troppe bocche da sfamare