Comprensione scritta

Impariamo l'italiano
Esercizio di comprensione scritta

Leggi il testo attentamente e poi rispondi alle domande


È la prima volta che leggo le vicende della nostra guerra civile descritte da un finlandese. Io che in quella guerra persi mio padre e oggi non ho neppure una tomba dove andarlo a piangere, faccio fatica a condividere certi miti del nostro patriottismo, e mi addolora, e insieme mi fa rabbia, che questo mi faccia passare per un traditore. Spesso, anche dentro uno stesso popolo, la patria degli uni nega quella degli altri. Da questo nacque la follia che oggi ha ridotto mezza Europa in cenere. Despoti travestiti da patrioti impongono la retorica dei loro miti e sentenziano che al di fuori di essi non c'è amor di patria. La patria si riduce così a un perimetro di confini che ognuno proclama sacro contro ogni altro, talvolta in nome dello stesso Dio. I condottieri che oggi si fregiano di aver riunificato una Finlandia divisa fra rossi e bianchi, non vedono quale ben più profonda ferita hanno scavato nella nostra gente. Pretendono di avere salvaguardato l'integrità della patria. Eppure anche gli uomini fucilati senza processo dalle guardie bianche di Mannerheim erano un pezzo di patria. Un giorno bisognerà che qualcuno abbia il coraggio di strappare il monopolio della patria a questi impostori per restituirla agli uomini liberi, a coloro che tracciano i confini con le idee e non con il filo spinato. Patria vuol dire essenzialmente terra del padre, ma mio padre è morto e io sono figlio d'altri, arruolato per forza nell'esercito tedesco a combattere una guerra che non era la mia. Non c'è una patria ormai in cui possa credere.

Nuova grammatica finlandese, di Diego Maraini



  1. In base a quanto affermato nel testo, la nazionalità del narratore:
    1. non si può determinare
    2. è finlandese
    3. è tedesca
    4. è finlandese-tedesca
  2. Il narratore passa per un traditore perché:
    1. non condivide la politica estera adottata dal suo Paese
    2. non condivide alcuni miti patriottici del suo Paese
    3. ha perso il padre nella guerra civile
    4. è critico nei confronti del governo del suo Paese
  3. Secondo il narratore, il concetto di patria:
    1. è univoco e comune a tutto un popolo
    2. può essere conflittuale anche all'interno di uno stesso popolo
    3. è un concetto fittizio, a cui non corrisponde nulla
    4. è un concetto strettamente legato quello di etnia
  4. Secondo il narratore,
    la Finlandia uscita dalla guerra civile è una patria:
    1. lacerata, perché divisa fra rossi e bianchi
    2. lacerata, perché i vinti costituivano una parte del popolo finlandese quanto i vincitori
    3. integra, perché i vinti non costituivano una parte del popolo finlandese, ma erano solo traditori
    4. integra, perché è stata superata la divisione fra rossi e bianchi
  5. Secondo il narratore,
    i confini autentici della patria vanno tracciati:
    1. in base alla morfologia del territorio
    2. in base ad accordi politici con i Paesi confinanti
    3. con il filo spinato
    4. con le idee