Il futuro

Impariamo l'italiano
Utilizzo del futuro

Completa le frasi con il tempo giusto del futuro
  1. E quando (rinvenire, lei), badate bene di non farle paura.
  2. E il simile (fare) quegli altri che stavano prima a’ suoi ordini, in diversi paesi.
  3. E chi sa se, nella valle stessa, chi avesse voglia di cercarla, e l’abilità di trovarla, (rimanere) qualche stracca e confusa tradizione del fatto?
  4. Tra otto o nove mesi (rivederci, noi); e di qui allora, e anche prima, spero, (accomodare) le cose Lui, per riunirci.
  5. Se io provo che il contagio non può esser né l’uno né l’altro, (provare) che non esiste, che è una chimera.
  6. “O mi (volere, loro) forzare”, pensava, “e io (stare) dura; (essere) umile, rispettosa, ma non (acconsentire): non si tratta che di non dire un altro sì; e non lo (dire). Ovvero mi (prendere, loro) con le buone; e io (essere) più buona di loro; (piangere), (pregare), li (muovere) a compassione: finalmente non pretendo altro che di non esser sacrificata”.
  7. C’è che, ieri sera o stamattina che sia, ne sono stati agguantati molti; e subito s’è saputo che i capi (impiccare).
    Alessandro Manzoni. I Promessi Sposi