Imperfetto d'indicativo

Impariamo l'italiano
Utilizzo dell'indicativo imperfetto

Completa il testo con i verbi all'indicativo imperfetto
Tommaso (dire), con giusta soddisfazione, che ad Alessandria d’Egitto avevo fatto fortuna al di là di ogni aspettativa. Non (esagerare).
Tre settimane dopo che mio padre mi aveva affidato a lui, ci eravamo imbarcati su un piroscafo che ci avrebbe portati in Egitto. Il dispiacere per la reazione – secondo me eccessiva – dei miei genitori a una ragazzata di cattivo gusto finita male e la lontananza da casa (impallidire) dinanzi all’eccitazione di conoscere il mondo meraviglioso a cui Tommaso mi (introdurre). Tutto era nuovo, bello e stimolante. (godere, io) con entusiasmo e curiosità delle opportunità che mi (venire) offerte. Non (avere) paura di lasciare la Sicilia, né di andare in un paese straniero di cui non (conoscere) lingua e costumi; e non (avere) alcuna ansia di incontrare la moglie e le figlie di Tommaso, rimaste a Zafferana per le vacanze presso i parenti di Mariangela.
Simonetta Agnello Hornby - Il veleno dell'oleandro


 


Vedi anche:

Esercizi sull'utilizzo del passato prossimo
Esercizi sull'utilizzo del trapassato prossimo
Esercizi per fare pratica del racconto al passato