Imperfetto d'indicativo

Impariamo l'italiano
L'indicativo imperfetto

Completa il testo con i verbi all'indicativo imperfetto
Incominciavo a odiarla perché non (tornare). (cercare) di non pensare a lei, ma la testa era più forte del mio proposito e nei momenti di stanchezza (prendere) il sopravvento. Allora (andare) alla deriva, trascinando detriti di ricordi. Il sapore delle sue bistecchine al burro. L’odore buono dei suoi capelli quando la (abbracciare). L’ultima volta in cui eravamo stati felici.
Avevano trasmesso alla televisione lo sceneggiato dell’Odissea e io ero rimasto sconvolto dal ciclope Polifemo che (sbattere) i compagni di Ulisse contro le pareti della caverna e se li (infilare) in bocca come ovetti freschi.
Nella mia immaginazione la voce di Polifemo (sovrapporsi) a quella rauca e terribile del poeta Giuseppe Ungaretti. Era lui ad aprire tutte le puntate, recitando i versi di Omero. Appena (smettere) di gracchiare, (andare) in onda il riassunto per immagini degli episodi precedenti e così la settimana successiva avevo visto ripassare la scena degli ovetti.
Massimo Gramelli - Fai bei sogni

Ti può interessare: Utilizzo del passato prossimo :: Utilizzo del passato remoto