Imperfetto e passato prossimo

Impariamo l'italiano
Indicativo imperfetto e passato prossimo

Completate le frasi con il tempo giusto (passato prossimo o imperfetto)
Gianluca Sorani, 40 anni, sposato, tre figli, direttore del personale del cinema Anteo di Milano.

“Quando (cominciare, io) a lavorare (essere) in sala tutte le sere, dalle 18 alla chiusura del cinema, tranne il lunedì. Mia moglie (avere) un orario d’ufficio più regolare e (vedersi) soltanto verso l’una di notte. I bambini (essere) piccoli, (passare) le loro giornate al nido e alla scuola materna e io li (vedere) pochissimo, dalle 16 alle 18. (avere) quasi tutta la giornata libera ma nessuno con cui condividerla. E così, per tenermi impegnato, (decidere) di dedicarmi al canto. In poco tempo, la musica (diventare) una grande passione a costo zero, tanto che (volere) dedicarmi solo a quello. (abbandonare) questo progetto quando il mio orario di lavoro all’Anteo (cambiare): adesso faccio 40 ore alla settimana durante il giorno e un week-end sì e uno no. Mi piace il mio lavoro, ma vorrei un mese in più di ferie, anche senza stipendio”.

Ti può interessare: Utilizzo del passato prossimo :: Utilizzo del passato remoto