Leggi il testo e riordina i paragrafi inserendo il numero nelle casell
Riordinamento di testi


   
Il tempo passava e la possibilità di portarla a Saturnia gli sembrò improvvisamente remota, irraggiungibile. Non era riuscito a creare l’atmosfera giusta. Flora aveva preso il curriculum troppo sul serio.
Ma niente da fare.
Era un vero osso duro.
Le storie che le aveva raccontato le erano scivolate addosso. Eppure aveva dato il meglio di sé, era stato creativo, fantasioso, avvincente, roba che a Riccione ne sarebbero cadute a mazzi, ai suoi piedi. E quando aveva visto che il solito repertorio non bastava più, aveva cominciato a sparare una tale quantità di stronzate che, se avesse fatto solo la metà delle cose dette, sarebbe stato felice per il resto dei suoi giorni.
Graziano Biglia non pensava di aver a che fare con il generale Patton in persona.
Era un vero osso duro.
Niccolò Ammaniti. Ti prendo e ti porto via