La concordanza dei tempi e dei modi verbali

Impariamo l'italiano
Concordanza dei tempi e dei modi verbali

Completa le frasi con i tempi e i modi verbali giusti
Monteiro Rossi si alzò come se avesse avuto paura di quella parola, (indietreggiare) fino alla porta, (fermarsi), (avanzare) di un passo e poi (dire): ma io (credere) di avere trovato un lavoro. Pereira non (rispondere) e (sentire) che un filo di sudore gli (colare) lungo la schiena. E allora che devo fare?, (sussurrare) Monteiro Rossi con una voce che (sembrare) implorante. Pereira (alzarsi) a sua volta, sostiene, e (andare) a collocarsi di fronte al ventilatore. (Restare) in silenzio per qualche minuto lasciando che l'aria fresca gli (asciugare) la camicia. Deve farmi un necrologio di Mauriac, (rispondere), o di Bernanos, a sua scelta, non so se mi faccio capire. Ma io ho lavorato tutta la notte, (balbettare) Monteiro Rossi, mi (aspettare) di esser pagato, in fondo non è che (chiedere) molto, era solo per potere pranzare oggi. Pereira avrebbe voluto dirgli che la sera precedente gli già (anticipare) i soldi per comprarsi un paio di pantaloni nuovi, e che evidentemente non (potere) passare la giornata a dargli soldi, perché non era suo padre. (Volere) essere fermo e duro. E invece (dire): se il suo problema è il pranzo di oggi, ebbene, posso invitarla a pranzo, anch'io non ho pranzato e ho un certo appetito, mi (andare) di mangiare un bei pesce alla griglia o una scaloppa impanata, lei che ne dice?
Antonio Tabucchi. Sostiene Pereira