La parola giusta

Impariamo l'italiano
Arricchiamo il lessico

Completa le frasi con gli infiniti dei verbi adatti
  1. Arrivati al sommo della scala entrammo, per il torrione settentrionale, allo scriptorium e quivi non potei un grido di ammirazione.
  2. Gli spirituali tentarono poi di il consenso di altri pontefici, come Clemente V, per potersi staccare dall'ordine in modo non violento.
  3. Cosa stupefacente, perché non si vede perché mai un papa debba perversa l'idea che Cristo fosse povero.
  4. E come dice il salmista, se il monaco si deve dai discorsi buoni per il voto di silenzio, a quanto maggior ragione deve sottrarsi ai discorsi cattivi.
  5. Guglielmo lo ringraziò e disse che aveva già notato, entrando, il bellissimo orto, che gli pareva non solo erbe commestibili, ma anche piante medicinali, per quanto si poteva vedere attraverso la neve.
  6. E me lo diceva per le idee del suo Ruggiero Bacone, quando diceva che lo scopo della sapienza era anche prolungare la vita umana.
  7. Ecco, mi dissi, le ragioni del silenzio e del buio che circondano la biblioteca, essa è riserva di sapere ma può questo sapere intatto solo se impedisce che giunga a chiunque, persino ai monaci stessi.
  8. Ma la questione non è se Cristo fosse povero, è se debba essere povera la chiesa. E povera non significa tanto possedere o no un palazzo, ma o abbandonare il diritto di legiferare sulle cose terrene.
    Umberto Eco. Il nome della rosa