La parola giusta

Impariamo l'italiano
Arricchiamo il lessico

Completa le frasi con la terza persona dell'imperfetto d'indicativo
  1. Pedalando meditava su un problema che gli in capo.
  2. Elena rimase seduta sul divano a fissare pensosa il pavimento, mentre con le dita la frangia.
  3. La sensazione di disagio si era trasformata in un brivido che le la spina dorsale.
  4. Adesso egli i denti e si dimenava, uggiolando più di prima, guardando torvo l'ostessa che aveva osato dir male della Saponara.
  5. La brunetta s’infuriò, e alla fine delle prove continuava a urlare, mentre Fred la in camerino, col suo sorrisetto strafottente.
  6. La voce gli mancò e non poté arrestare una mezza lacrima che spuntò sotto le palpebre; il barone, che stava riflettendo alle cose udite, il volto colla palma e la testa sforzandosi di rassegnarsi.
  7. Si gettò contro un albero vicino, in piedi, colle braccia sopra il capo e la fronte contro la scorza, senza sentire il legno che gli la pelle, né la febbre che gli le tempie, immobile e in procinto di cadere, come la statua della disperazione.
  8. In mezzo alla mensa sorgeva una piccola torre di focacce tonde e lucide che parevano d'avorio: ciascuno dei commensali ogni tanto in avanti e ne tirava una a sé: anche l'arrosto, tagliato a grosse fette, stava in certi larghi vassoi di legno e di creta; e ognuno si serviva da sé, a sua volontà.
  9. Si trattava di una catena di opposti che in una caterva di emozioni, di ripensamenti senza confini, senza sosta, che lasciava costretti e faceva sentire il bisogno della libertà, di un equilibrio nuovo.
  10. Il pittore si voltò e vide l'angelo: risplendeva nella notte, teneva le ali aperte e tra comici singhiozzi, come prendendosi gioco di lui, bonariamente.