La parola giusta

Impariamo l'italiano
Arricchiamo il lessico

Completa le frasi con la terza persona dell'imperfetto d'indicativo
  1. Canale ordinò: - Un litro, rosso. Pareva preso da una raucedine subitanea. Versò il vino nei bicchieri, tremando come un paralitico; bevve fiato; mentre le labbra, si versò altro vino.
  2. Mi ha fatto tutto un discorso inarticolato durante il quale mi se cercavo di intromettermi per chiedergli di ripetere, che non avevo capito.
  3. Eppure c'era in lei quell'entusiasmo spumeggiante che ti in alto, che ti mostrava quanto fosse bello vivere, quanto poco bastasse.
  4. Dalle frecce si spinsero ancora più a sinistra, lungo la strada che in un fitto bosco di betulle non molto alte.
  5. Stentò ad addormentarsi e dormì poco e male. Manco a dirlo, la locandina dell'edicola , in rosso e verde, il suo richiamo morboso: "Negati gli arresti per Andreani, il giudice comincia a fare chiarezza".
  6. Il cane ce l'aveva in alto, nello stomaco. Era la pancia che s'era gonfiata, ma il cane rabbioso ce l'aveva su, in alto, piantato feroce in mezzo allo stomaco. E quando la mordeva andava ancora più su, in avanti, sembrava che dovesse saltarle fuori dalla bocca, e poi ancora più su, ad addentarle le cervella.
  7. Ogni volta che quella brodaglia nera e fumigante veniva squarciata da un lampo, dal buio più pesto saltava fuori il grande masso del tempio con il suo rivestimento squamoso. Ma in un istante, e il tempio risprofondava in un baratro scuro.
  8. Il sesso aveva l'impronta della purezza, senza l'inquinamento di elaborazioni mentali o di squallide costruzioni. Non avevano ancora mangiato e il tempo sulla loro armoniosa vibrazione.
  9. Ogni tanto un treno sui binari a venti piedi da lui; ma egli aveva tutta l'indifferenza orientale per il rumore, e il baccano non riuscì a tessere nemmeno un sogno nel suo sonno profondo.
  10. Le biciclette si accatastavano e solo Guido in su e in giù con lo scooter che puntualmente aveva rubato al fratello.