La parola giusta

Impariamo l'italiano
Arricchiamo il lessico

Completa le frasi con gli infiniti dei verbi adatti
  1. Un grosso cane selvaggio, incatenato sotto la tettoia, cominciò ad in modo spaventoso.
  2. Rizzò il pelo ferocemente e da sopra lo stinco gettò a Zanna Bianca un'occhiata minacciosa e lui, sentendosi invadere dall'antico sgomento, parve e farsi piccolo piccolo, mentre escogitava un sistema per battere in una ritirata non troppo ingloriosa.
  3. Io sono sceso in cantina per tenere a bada i piccoli. Il primo che piangeva lo riempivo di calci e ceffoni e andava a in un angolo.
  4. So che è una vergogna, ma bisogna turarsi il naso e in casa i panni sporchi, anche se i nostri ragazzi morti si rivolteranno nella tomba...
  5. Avevo sentito dire d'altronde che il giovane principe cercava di , con il suo lusso, dovunque potesse farlo, qui e a Mosca e al reggimento e a Parigi; che per di più era un giocatore e carico di debiti.
  6. Quel giorno medesimo, nell'ebbrezza di una dolce intimità, aveva fatto il proponimento di parlare, aprir l'animo suo, di la sua brava dichiarazione.
  7. L'uomo mi colpì con un pugno allo stomaco che mi fece senza fiato.
  8. Uccellini di ogni specie beccavano i semi nel giardino. Gli venne in mente di mettere dei piselli in una canna cava. Quando udiva in un albero si avvicinava pian piano, poi alzava la canna, gonfiava le gote, e gli uccellini gli piovevano sulle spalle così numerosi che non poteva fare a meno di ridere, felice della sua astuzia.
  9. Le accarezzò i capelli, con una tenerezza angelicale, che forse, nessuno dei due aveva mai conosciuto. Iris teneva gli occhi chiusi e ascoltava il suo corpo fremere, , in sensazioni a lei nuove e incontrollabili...
  10. Lei vuol forse prendersi gioco con me? - ha gridato il generale, e voltandosi verso il francese gli ha spiegato nella sua lingua che io mi volevo in un imbroglio.